Archivio tag | Rebecca Quasi

Dita come farfalle

INFORMAZIONI GENERALICopertina del libro "Dita come farfalle"

– autrice: Rebecca Quasi
– titolo: Dita come farfalle
– anno di pubblicazione in Italia: 2018
– casa editrice: Dri Editore
scarica l’e-book

TRAMA

Londra, 1818. Per Lady Caroline Webster, figlia del duca di Clarendon, è naturale sposare per convenienza James Cavendish, duca di Rothsay. E non trova nulla di anormale nemmeno nell’essere del tutto ignorata da lui dopo le nozze. Del resto, unico scopo della loro unione è il mantenimento del casato e il concepimento di un erede, obiettivo che richiede sporadica e taciturna applicazione.
Il tranquillo menage precipita quando, in seguito a un aborto spontaneo, Caroline scopre che suo marito non è l’uomo freddo e posato che si è sforzato di apparire.

RECENSIONE

Caroline è stata educata con le regole più ferree del ton per essere una perfetta duchessa. Tuttavia, dopo un grande trauma che subisce, comprende improvvisamente cosa conta nella vita e che le regole sinora osservate non prevalgono su quello che il cuore comanda.
La protagonista è magnifica, così atipica, forte e piena di dignità.
James è una vittima dell’educazione ricevuta e della cultura in cui è cresciuto. Quando il fato cambia la sua situazione, si rende conto della fortuna che ha avuto a legare la sua vita a quella di Caroline.
Rebecca Quasi racconta una storia di cambiamento, perdono, lotta e accettazione, e il risultato è un romanzo ardito ma perfettamente ambientato nell’epoca Regency.
Il titolo è molto romantico e seducente.
Peccato per gli errori grammaticali, che ogni tanto adombrano la lettura.

GIUDIZIO

8 e 1/2 su 10

 

Cucito addosso

INFORMAZIONI GENERALICopertina del libro "Cucito addosso"

– autrice: Rebecca Quasi
– titolo: Cucito addosso
– anno di pubblicazione: 2018
– casa editrice: self-published
scarica l’e-book

TRAMA

Il giudice Arrigo Accorsi non ama le donne e per questo le evita da sempre, del resto ha un cane, Sally, con cui ha edificanti conversazioni.
Quando sua nipote, però, gli prende un appuntamento dalla nota sarta Delia Toschi perché gli confezioni un abito su misura, tutte le sue certezze saltano..

RECENSIONE

L’amore entra come un fulmine a ciel sereno nelle vite di Arrigo e Delia e, incontrollabile, stravolge la loro quotidianità.
L’autrice ha uno stile narrativo molto semplice e diretto, che arriva al cuore delle situazioni senza inutili artifici.
La graduale presa di coscienza da parte di Arrigo del sentimento che lo pervade mi ha fatta spesso sorridere, come d’altronde i dialoghi spigliati e frizzanti disseminati tra le pagine.
I discorsi di Arrigo con Sally sono assolutamente esilaranti.
Il filone poliziesco aggiunge un tocco di suspense che ho gradito.
La punteggiatura e volte non sempre corretta e alcuni refusi stonano con una storia così deliziosa e originale.

GIUDIZIO

8 su 10

Didattica del sesso per gufi e zanzare

INFORMAZIONI GENERALICopertina del libro "Didattica del sesso per gufi e zanzare"
– autrice: Rebecca Quasi
– titolo: Didattica del sesso per gufi e zanzare
– anno di pubblicazione: 2016
– casa editrice: self-published
scarica l’e-book

TRAMA
Incontrarsi quando il dolore è così prepotente che non concede spazio alle regole, fa sì che tra Manrico e Miriam nasca un’amicizia profonda e senza filtri, un’intimità priva di cose non dette e infine un amore straordinario.

RECENSIONE
Questo libro dal titolo così particolare narra con estrema semplicità una storia tutt’altro che semplice.
La vita può riservare tragedie annichilenti, amori rari e totalizzanti, piccole e grandi gioie che mai vanno rifiutate per inutili sensi di colpa: ecco l’essenza di quanto scrive l’autrice, con uno stile disadorno che va dritto al cuore delle cose.
I primi capitoli non mi hanno coinvolta e la scrittura assolutamente priva di orpelli mi ha lasciata un po’ spiazzata, ma poi, pagina dopo pagina, la storia di Miriam e Manrico e delle rispettive famiglie mi ha catturata e non sono più riuscita a interrompere la lettura. Mila è il personaggio che ho preferito.
Il titolo accattivante e inconsueto rimane un mistero fino a romanzo inoltrato e, una volta avuta la spiegazione di una simile scelta, risulta divertente.

GIUDIZIO
7 e 1/2 su 10