Archivi

Una ragione per dirti di no

INFORMAZIONI GENERALI
– autore: Linda Ferrer
– anno di pubblicazione in Italia: 2014
– casa editrice: Sperling & Kupfer
– e-book: Una ragione per dirti di no

TRAMA
Veronica vive a Milano e fa la grafica freelance. Ama il suo lavoro, soprattutto da quando, con Alessandro, il suo responsabile, si è instaurata un’intesa particolare, fatta di interessi comuni, ammiccamenti, allusioni piccanti… Eppure non sono mai usciti insieme. Un po’ goffa e poco intraprendente, Veronica aspetta da tempo che sia lui a fare la prima mossa. Come se non bastasse, Alessandro è in procinto di partire per un corso di due mesi a Los Angeles e lei si sente persa. Su insistenza della sua migliore amica, si convince che l’unica soluzione sia cercare un diversivo, qualcuno che glielo tolga dalla testa e magari la aiuti anche a sciogliersi un po’. L’occasione capita la sera in cui incontra il suo nuovo vicino di casa, Fabrizio, un tipo ombroso e affascinante alla Luca Argentero, dai profondi occhi scuri e i modi disinvolti. Il suo aspetto, unito allo strano viavai di donne nel suo appartamento, è per Veronica un chiaro indizio di come si guadagni da vivere. I due stipulano un accordo: Fabrizio le offre un vero e proprio corso di seduzione che prevede un incontro settimanale, compiti a casa, e la totale disponibilità di lei ad assecondare ogni sua richiesta. Unica regola: vietato innamorarsi. Ma in due mesi possono succedere molte cose…

RECENSIONE
Mi sono ritrovata a leggere questo romanzo tutto d’un fiato: la relazione tra Veronica e Fabrizio è così intensa, emozionante e coinvolgente da indurmi a proseguire nella lettura senza un attimo di pausa.
E poi (è inutile girarci intorno) il personaggio di Fabrizio è incredibilmente sexy.

La cosa che mi è piaciuta di più di tutto il libro è stata l’epilogo. Non si tratta di un finale da fiaba, con promesse d’amore eterno o altre dichiarazioni simili. E’ semplicemente il modo in cui due persone ai giorni nostri potrebbero realmente vivere il loro amore. Bellissimo.

Adesso sarei proprio curiosa di leggere qualcosa su Sara e Francesco.

GIUDIZIO
9 su 10