Archivi

La pedina scambiata

INFORMAZIONI GENERALICopertina del libro "La pedina scambiata"
– autrice: Georgette Heyer
– titolo italiano: La pedina scambiata
– titolo originale: These Old Shades
– primo libro serie The House of Rohan
– anno di pubblicazione in formato e-book: 2012
– casa editrice: Astoria
scarica l’e-book

TRAMA
In una notte della Parigi pre-rivoluzionaria, il duca di Avon s’imbatte casualmente in un ragazzino in fuga dalle botte del fratello. Léon, così si chiama il fuggitivo, ha capelli incredibilmente rossi e occhi violetti e questi tratti richiamano al duca quelli di uno dei suoi più vecchi nemici, il conte de Saint-Vire. È subito chiaro che la decisione del duca, non a caso soprannominato Satana, di “comprare” il ragazzo per farne il suo paggio non è frutto di tenera compassione. Ma gli sviluppi della storia non sono altrettanto chiari, e ben presto si resta affascinati dalla sottile intelligenza di Avon, dall’impetuosità e coraggio di Léon, dagli intrighi e misteri che a poco a poco vengono alla luce.

RECENSIONE
A differenza di altri libri che ho adorato scritti da altre autrici, non sono riuscita a immedesimarmi neanche un pochino nella protagonista. Dopotutto, alla Heyer non serve far immedesimare chi legge con la protagonista per rendere il romanzo avvincente, perché la sua scrittura ammalia a prescindere.
La personalità e l’aspetto di ogni personaggio sono cesellati in maniera limpida e superba: la Heyer è abilissima nel cambiare anche radicalmente registro, adattandolo di volta in volta al carattere e al ceto sociale che contraddistinguono il personaggio di turno.
Il mistero che sta alla base della trama viene svelato centellinando i dettagli e le rivelazioni in un crescendo progressivo, che porta il duca a fare giustizia in maniera plateale e diabolica.
Justin è un protagonista che rimane indelebile nel cuore, e non solo perché è l’epitome della sfarzosa eleganza settecentesca, ha un aplomb invidiabile ed è tanto acuto da essere considerato onnisciente, ma soprattutto perché la Heyer crea complicità tra lui e il lettore. Spesso, infatti, è chi legge a poter comprendere appieno le parole ironiche e irridenti del duca, e non invece il personaggio cui sono rivolte.
La storia d’amore tra Justin e Léonie è discreta e delicata. Ovviamente, va considerata con i parametri dell’epoca storica in cui è ambientata: ai tempi, una differenza d’età così vistosa era nella norma.
La fatua ed emotiva Fanny, l’impulsivo e bonario Rupert e il meschino Saint-Vire sono figure secondarie minuziosamente caratterizzate attraverso espressioni ricorrenti, gestualità e vezzi che li rendono unici e conferiscono loro spessore.
La meticolosa attenzione per il dettaglio e la plausibilità del contesto storico rappresentano la perfetta cornice per una magnifica storia.
Grazie alla scrittura elegante e arguta della Heyer, La pedina scambiata è un gioiello che farebbe risplendere ogni biblioteca.

GIUDIZIO
10 su 10