Archivi

Pactum vampiri

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Barbara Riboni
– anno di pubblicazione: 2013
– casa editrice: Cicogna Editore

TRAMA
Un vampiro nato nella Roma degli imperatori. Un’umana che farebbe di tutto per salvare il fratello. Una storia d’amore impossibile che vuole sfidare la morte.
Maximo Caio Domini è un immortale da diciotto lunghi secoli. Insieme ai suoi fratelli governa in segreto il popolo dei vampiri di Roma da centinaia d’anni. Adesso il suo mondo ha bisogno di un erede e per poterlo procreare suo fratello Alessandro cerca per sé una donna umana davvero speciale: la compagna della carne.
Alice, giovane studentessa di biologia intelligente e determinata, non sa di essere l’ultima speranza della stirpe di vampiri ma è disposta a tutto pur di salvare il fratello dalla morte certa che lo attende. Così stringe un patto con la famiglia Domini e accetta di dare un figlio ad un uomo che non conosce, in cambio della salvezza del ragazzo.

RECENSIONE
Le recensioni entusiastiche di questo libro mi hanno spinta a comprarlo e a leggerlo senza indugio. Adesso che l’ho finito, mi trovo costretta ad andare un po’ contro corrente: sì, è un libro carino, ma nulla di più.

La trama è ben congeniata. All’inizio Max cerca di contrastare il sorgere dei suoi sentimenti per Alice, ma poi la gelosia nei confronti del fratello Alessandro manda a monte ogni piano di resistenza. Alice, invece, non non ci mette molto ad innamorarsi di Max… e come darle torto? Tutti i vampiri sono bellissimi e affascinanti!
Un elemento degno di nota è sicuramente dato dai “cattivi”, che sono davvero cattivi, e creano un risvolto giallo molto intrigante nella storia.
Vorrei aggiungere che il libro ci regala il classico lieto fine, però sarebbe vero solo a metà: la trama si ferma in un momento di gioia per i protagonisti, ma decisamente non conclusivo della storia. Suppongo quindi che l’autrice scriverà un seguito per mostrare come si evolve la questione lasciata in sospeso tra Alice e Max.

Il personaggio che ho preferito è stata la vampira Zelda, frizzante, irriverente e generosa, che regala un tocco di brio alla storia.

Il romanzo aveva tutte le caratteristiche necessarie per essere molto bello, ma purtroppo non è stato sufficiente: non ho sentito la minima empatia con i personaggi e la trama non mi ha trascinata né coinvolta. Insomma, volevo vedere come andava a finire, ma con distaccata curiosità. Se uscisse il seguito non lo prenderei.

Per finire, una nota negativa nei confronti della casa editrice: non solo il libro non si trova nelle librerie e per forza bisogna ordinarlo online, ma ha anche un costo spropositato (15,90 euro), se si pensa che il prezzo di quasi tutti gli altri libri dello stesso genere si aggira intorno ai 10 euro.

GIUDIZIO
6 su 10