Ogni volta che sono solo con te

INFORMAZIONI GENERALI     Copertina del libro "Ogni volta che sono solo con te"   

– autrice: Amabile Giusti
– titolo: Ogni volta che sono solo con te
– anno di pubblicazione: 2018
– casa editrice: Amazon Publishing
scarica l’e-book

TRAMA

Harrison Duke, fascino selvaggio e pessimo carattere, è un ex scrittore di successo. Il burrascoso divorzio da una vanesia diva di Hollywood, il flop del suo ultimo romanzo e un pericoloso attaccamento alla bottiglia lo hanno spinto a rifugiarsi in una baita sperduta fra le montagne del Wyoming.
Tormentato da un triste segreto e in cerca di una nuova dimensione, Harrison vive in solitudine, lavora duramente ed evita ogni contatto umano, specie femminile. Tornare a scrivere è fuori discussione ma un giorno il suo ex agente gli propone di concedere un’intervista a Leo Tucker, giovane giornalista di talento, e Harrison a malincuore accetta. Salvo pentirsene non appena realizza che Leo è diminutivo di Leonora.
Quello che avrebbe dovuto essere un breve incontro si prolunga inaspettatamente, e i due sono costretti a condividere per giorni la spartana baita, isolati dal mondo, con effetti disastrosi.
Non è facile sopportarsi quando si è più che determinati a odiarsi. Ma cosa potrebbe succedere se la convivenza forzata si rivelasse più piacevole del previsto?

RECENSIONE

Se questo fosse stato il mio primo libro di Amabile Giusti, mi sarebbe piaciuto tantissimo. Ma, avendolo letto dopo Tentare di non amarti e Perché la notte appartiene a noi, mi è parso una sorta di ripetizione di quei due romanzi.
Il protagonista è sempre un uomo muscoloso, rude e selvaggio, scorbutico nei rapporti, ma che sviluppa chissà come sentimenti teneri nei confronti della protagonista.
Il personaggio femminile è sempre una donna un po’ insicura, non propriamente una bellezza, che presto sviluppa un’attrazione irresistibile nei confronti di quell’orso di uomo.
Insomma, è un romanzo godibilissimo e scritto bene, ma nulla di originale rispetto a quanto l’autrice ha già scritto. Ovviamente, tra i tre romanzi simili, Tentare di non amarti rimane per me il migliore.

GIUDIZIO

7 e 1/2 su 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *