Voglio ritrovarti

INFORMAZIONI GENERALICopertina del libro "Voglio ritrovarti"
– autrice: Lisa Kleypas
– titolo italiano: Voglio ritrovarti
– titolo originale: Somewhere I’ll Find You
– primo libro serie Capital Theatre
prima pubblicazione in Italia: 2011, casa editrice: Mondadori, collana: I Romanzi Passione, n. 50
seconda pubblicazione in Italia: 2017, casa editrice: Mondadori, collana: I Romanzi Oro, n. 177
scarica l’e-book

TRAMA
Bellissima e talentuosa, Jessica Wentworth è l’attrice più in vista del momento e l’intera Londra è ai suoi piedi. Le basta un cenno e può ottenere tutto ciò che desidera. Ma dietro un’aura eterea e perfetta si nasconde in realtà Julia Hargate, con il suo inconfessabile segreto: un marito misterioso, che non ha mai visto, del quale non può far parola con nessuno e, cosa ben più grave, che non può amare. Per anni Damon, marchese di Savage, ha cercato la sconosciuta fanciulla a cui il padre lo aveva sposato quando era solo un bambino. E ora è ben sorpreso di scoprire che sua moglie è l’incantevole attrice che tutto il mondo desidera e da cui si sente irresistibilmente attratto…

RECENSIONE
La carriera o l’amore? Non avrei mai pensato che la protagonista (di nobile e ricca famiglia) di un romanzo ambientato in epoca vittoriana si trovasse di fronte a una simile scelta: la Kleypas ha creato una trama e una protagonista avvincenti. Non essendo affatto una scelta facile, ho compreso appieno la grande indecisione di Julia, che alla fine decide quello che le regala gioia e serenità.
Damon mi è piaciuto per le caratteristiche che accomunano un po’ tutti i protagonisti maschili dell’autrice, ossia la determinazione e la totale devozione alla donna amata.
Tuttavia, la figura maschile più interessante del romanzo rimane Logan, dal passato misterioso e dai modi introversi e ammalianti.
Nel complesso si tratta di una lettura gradevole e coinvolgente.

GIUDIZIO
8 su 10

Ecco i romanzi della serie
CAPITAL THEATRE
1. Voglio ritrovarti (Somewhere I’ll Find You, 1996)
2. Perché sei mia! (Because You’re Mine, 1997)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *