Didattica del sesso per gufi e zanzare

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Rebecca Quasi
– anno di pubblicazione: 2016
– casa editrice: self-published
– e-book: Didattica del sesso per gufi e zanzare

TRAMA
Incontrarsi quando il dolore è così prepotente che non concede spazio alle regole, fa sì che tra Manrico e Miriam nasca un’amicizia profonda e senza filtri, un’intimità priva di cose non dette e infine un amore straordinario.

RECENSIONE
Questo libro dal titolo così particolare narra con estrema semplicità una storia tutt’altro che semplice.
La vita può riservare tragedie annichilenti, amori rari e totalizzanti, piccole e grandi gioie che mai vanno rifiutate per inutili sensi di colpa: ecco l’essenza di quanto scrive l’autrice, con uno stile disadorno che va dritto al cuore delle cose.
I primi capitoli non mi hanno coinvolta e la scrittura assolutamente priva di orpelli mi ha lasciata un po’ spiazzata, ma poi, pagina dopo pagina, la storia di Miriam e Manrico e delle rispettive famiglie mi ha catturata e non sono più riuscita a interrompere la lettura. Mila è il personaggio che ho preferito.
Il titolo accattivante e inconsueto rimane un mistero fino a romanzo inoltrato e, una volta avuta la spiegazione di una simile scelta, risulta divertente.

GIUDIZIO
7 e 1/2 su 10

Sposami, bugiarda

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Roberta Ciuffi
– anno di pubblicazione: 2017
– casa editrice: self-published
– e-book: Raccontami, bugiarda

TRAMA
Cosa farebbe una ragazza del ghetto londinese del Nido dei Corvi per sfuggire al suo destino? Praticamente, tutto. Ma Melly Wotton è diversa, lei ha dei principi… non sufficienti però a impedirle di afferrare una buona occasione, quando se ne presenta una. La vita come assistente alla Casa di Accoglienza per Donne Sole di Clerkenwell è dura e quando una giovane vedova sconosciuta appena arrivata in città le muore tra le braccia, Melly pensa che la sua occasione sia arrivata. Indossare i suoi abiti, appropriarsi del suo nome, dei suoi documenti, della sua vita… della sua famiglia… La tentazione è troppo forte. L’unica cosa di cui non può appropriarsi è la sua educazione, ma Melly non ritiene che sia troppo importante. Ed è così che una sera una sorta di spazzacamina dai disordinati riccioli dorati, i modi di un monello da strada e un accento terribile bussa alla casa della distinta famiglia Jeffer, a Hampstead, annunciando di essere la moglie del defunto Anthony Jeffer.
Frederick Jeffer, capofamiglia e titolare – ormai unico – della Ditta di Importazioni Coloniali Jeffer e Figli, ha sempre saputo di non godere dello stesso apprezzamento del fratello minore, Anthony. Lui è la roccia della famiglia (gli altri direbbero: il tiranno), il cavallo da tiro, perennemente caricato dei problemi di tutti, costretto a rimediare ai pasticci del fratello e mettere mano al portafoglio per sistemarli. Anthony, al contrario, era un ‘gentiluomo per le signore’: affascinante, giocatore, dissipato, pronto a ogni rischio. No, Frederick non aveva grandi aspettative su suo fratello, ma di certo non pensava che sarebbe morto giovane in una stupida gara di calessini. E, soprattutto, non si aspettava di trovarsi in salotto una sorta di vagabonda con indosso l’anello della sua bisnonna e la pretesa di essere la vedova di Anthony. Una vagabonda che ha la sfrontatezza di volersi insediare nella sua casa, nella sua famiglia, come una specie di cuculo pronto a distruggerne la serenità e ogni aspirazione sociale.
Forse non sono mai esistite al mondo due persone meno adatte ad apprezzarsi, a stimarsi o… ad amarsi. Ma si sa, la freccia errabonda di Cupido può colpire e unire chiunque… anche gli amanti meno probabili.

RECENSIONE
Innanzitutto non sono riuscita a giustificare l’inganno perpetrato da Melly ai danni della famiglia da cui si fa ospitare: ottenere denaro e una vita migliore non è un buon motivo per sfruttare la buona fede di persone addolorate, né per ricattarle.
In secondo luogo, non mi ha coinvolta per niente la storia tra Melly e Frederick. I protagonisti non mi hanno suscitato alcuna empatia e ho trovato artificiosi i sentimenti che nascono tra loro.
Un pregio in questo breve romanzo l’ho trovato: la scrittura è scorrevole.

GIUDIZIO
5 su 10

Un incantevole aprile

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Elizabeth Von Arnim
– titolo originale: The Enchanted April
– anno di pubblicazione digitale (versione integrale) in Italia: 2017
– casa editrice: Fazi Editore
e-book: Un incantevole aprile

TRAMA
In un club della Londra anni Venti due signore inglesi scoprono di essere accomunate da una vita amorosa insoddisfacente, molto diversa da quella che avevano sognato il giorno del matrimonio. Mrs Wilkins, timida e repressa, è sposata con un avvocato ambizioso che «lodava la parsimonia tranne quando si trattava del cibo che finiva nel suo piatto»; Mrs Arbuthnot, estremamente religiosa, è sposata a uno scrittore di biografie sulle amanti dei re: per una donna come lei, una cosa davvero sconveniente. Insieme decidono di rispondere a un annuncio per l’affitto di un castello a San Salvatore, piccola cittadina della Liguria, per tutto il mese di aprile. A loro si uniscono Mrs Fisher, un’anziana signora che incarna appieno la morale vittoriana nel portamento, nelle amicizie e nella rigida etichetta che esige sia rispettata, e Lady Caroline, giovane ereditiera di una bellezza sopraffina in cerca di requie dalla vita mondana e dagli innumerevoli spasimanti. Le quattro donne, che si conoscono a malapena, si lasciano così alle spalle la grigia e piovosa Inghilterra per godersi un mese di vacanza in Italia. Immergendosi nel calore della primavera italiana e nella bellezza placida del luogo, avvolte nei profumi dei glicini e dei narcisi che aiutano a mettersi a nudo, le signore imparano ad apprezzarsi, mentre ognuna, a turno, sboccia e ringiovanisce, riscoprendo l’amore e l’amicizia, ritrovando la speranza.

RECENSIONE
Un romanzo di arguta introspezione e di urbano umorismo, in cui quattro donne cambiano radicalmente la loro visione della vita trascorrendo un mese di vacanza in un paesaggio da sogno.
La trama è lineare ed essenziale, perché la maggior parte del libro riguarda l’interiorità e le riflessioni delle quattro donne. La mia preferita è la visionaria Mrs Wilkins, che prima di tutte si accorge di quanto è potente lo splendore della natura e realizza che l’amore è un dono da elargire incondizionatamente.
L’agilità con cui la scrittrice si destreggia tra i pensieri delle protagoniste e la vividezza con cui dipinge le loro emozioni danno vita a un delizioso romanzo intimista.
Unica pecca? Il finale davvero troppo brusco.

Il film del 1993 tratto dal libro è molto piacevole e gli attori sono adattissimi ai ruoli che interpretano, ma riesce ad aprire solo un piccolo spiraglio sul panorama interiore delle quattro donne, mentre il libro spalanca la porta su questo panorama e ne descrive appieno la complessità.

GIUDIZIO
8 e 1/2 su 10

Per sempre tua

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Sherry Thomas
– titolo originale: Not Quite a Husband
– secondo libro serie Marsden
– anno di pubblicazione in Italia: 2015
– casa editrice: Mondadori
– collana: I Romanzi Classic, n. 1121
e-book: Per sempre tua

TRAMA
La fine del loro brevissimo matrimonio non ha sorpreso nessuno, men che meno la sposa, Bryony Asquith. Un uomo bello e pieno di talento come Leo Marsden non poteva desiderare di passare la vita con una donna che ha sfidato ogni decoro divenendo medico, e lavorando come tale. Perché quindi, dopo tre anni dall’annullamento, Leo la rintraccia e la raggiunge nel remoto distretto dell’India dove si è ritirata? Perché ha deciso di riportarla in Inghilterra? È tempo di grandi disordini e di ribellioni, ma né le battaglie né i pericoli cui andranno incontro nel lungo viaggio di ritorno impediranno all’amore che un tempo li univa di rinascere.

RECENSIONE
La bellezza aspra e selvaggia delle regioni dell’attuale Pakistan del nord è lo sfondo su cui si svolge il viaggio di Leo e Bryony verso l’Inghilterra. È un percorso denso di passione e pericoli, che conduce i protagonisti a capire cosa conta davvero nella vita.
Fino a metà libro ero assolutamente affascinata dalla lettura, ma quando ho scoperto il motivo per cui il matrimonio non ha funzionato, è stato come ricevere una secchiata d’acqua fredda in faccia.
Senza contare che lo sbaglio (se così si può chiamare…) è stato commesso da una persona che da sempre ha provato un’attrazione e un interesse senza pari per Bryony, ed è dunque ancora più arduo comprendere le ragioni di un simile agire. Le ragioni che hanno provocato lo sbaglio mi sono sembrate così poco plausibili e assurde, che mi hanno lasciato fino alla fine un senso di delusione stupita.
Come in altri romanzi dell’autrice, è attraverso i ricordi che vengono ricostruite le vicende che hanno condotto alla rottura della relazione e, come spesso accade nei libri della Thomas, è proprio la mancanza di dialogo tra i protagonisti ad aver inasprito la situazione tra di loro.
Ad ogni modo, la seconda metà del libro prosegue avvincente e l’attrazione tra Bryony e Leo viene progressivamente arricchita dal dialogo e, soprattutto, dalla fiducia, per dare vita a un nuovo sentimento finalmente degno di essere chiamato amore.
Non è il mio preferito tra i libri di Sherry Thomas, ma rimane comunque un libro coinvolgente e ben scritto.

GIUDIZIO
7 e 1/2 su 10

Ecco i romanzi che compongono la serie
MARSDEN
1. Tentazioni deliziose (Delicious, 2008)
2. Per sempre tua (Not Quite a Husband, 2009)

Qualcosa di meraviglioso

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Judith McNaught
– titolo originale: Something Wonderful
– secondo libro serie Sequels
– anno di pubblicazione in Italia: 2013
– casa editrice: Mondadori
– collana: I Romanzi Emozioni, n. 11
e-book: Qualcosa di meraviglioso

TRAMA
Assalito dai briganti sulla via di casa, Jordan Townsende, duca di Hawthorne, viene salvato da un misterioso cavaliere in armatura che poi, però, perde i sensi. Solo dopo averlo fatto visitare, Jordan scopre che in realtà si tratta di una ragazza, Alexandra Lawrence, e basta una notte passata dalla fanciulla nella dimora di Townsende per comprometterle la reputazione. Per non disonorare la sua salvatrice, Jordan la sposa; e lei, inaspettatamente, si innamora di lui. Ma pochi giorni dopo le nozze, Jordan scompare per riapparire parecchi mesi più tardi, quando Alexandra, credendolo morto, si è ormai trasferita nella capitale ed è diventata la lady più corteggiata dell’alta società londinese. Tra gelosie e vendette, la ragazza non si scoraggerà di fronte alla fredda e arrogante reazione di Jordan, confidando che dietro quella maschera si celi ancora l’uomo tenero e sensuale che ha sposato…

RECENSIONE
Alex e Jordan si incontrano in circostanze alquanto strane e si ritrovano legati per sempre da un matrimonio riparatore.
Alex, da dolce e vivace ragazzina, diventa la regina dell’alta società, e per riuscire in questo cambiamento deve dar fondo a tutta la sua forza d’animo e al suo coraggio.
Jordan, cinico, tenebroso e dal fascino magnetico, scopre che al mondo esiste una donna per cui vale la pena di lottare e di vivere.
Pagina dopo pagina entrambi maturano e cambiano, sostituendo alle illusioni e ai sogni la fiducia e il vero amore.
La scrittura avvolgente e intima della McNaught ha creato un romanzo stupendo, che ho letto tutto d’un fiato e che mi ha fatto sognare.

GIUDIZIO
9 su 10

Ecco i romanzi che compongono la serie
SEQUELS
1. Sarà per sempre (Once and Always, 1987)
2. Qualcosa di meraviglioso (Something Wonderful, 1988)
3. Occhi verdi (Almost Heaven, 1989)

Tutte le ragazze lo sanno

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Winifred Wolfe
– titolo originale: Ask any Girl
– anno di pubblicazione in Italia: 2011
– casa editrice: Elliot Edizioni
– e-book: Tutte le ragazze lo sanno

TRAMA
La storia narra le avventure di Meg Weehler, una bella ragazza di provincia, involontariamente buffa e timida, che arriva a Manhattan in cerca di un lavoro ma, soprattutto, del vero amore. Trovato un impiego in una società di marketing, Meg si inserisce piano piano nella vorticosa vita della Grande Mela, sventando con totale candore i tentativi di vari corteggiatori di portarla a letto. In realtà il suo obiettivo è conquistare Evan, il fratello playboy del suo capo Miles Doughton, il quale si presta a farle da pigmalione. La sua battaglia di seduzione porta Meg a cercare di capire meglio quello che gli uomini si aspettano dalle donne, tentando di adeguarsi a tale immagine, con risultati spesso esilaranti. Ma alla fine Meg si renderà conto non solo di non aver bisogno di accontentare gli uomini, ma anche di essere perdutamente innamorata dell’ultima persona che avrebbe mai pensato di poter amare…

RECENSIONE
La frizzante scrittura di Winifred Wolfe mi ha regalato una vera e propria boccata d’aria fresca.
Il romanzo è costellato di umorismo ed episodi spassosi, e conduce il lettore nella vita di una ragazza che cerca di costruirsi un futuro nella Grande Mela.
Meg ha una passione per le statistiche, è curiosa ma anche molto ingenua, e questo la porterà a vivere una serie di avventure sorprendenti e spesso esilaranti.
Molto interessante è la ricerca di mercato che conduce la protagonista a capire che, per essere felici, bisogna innanzitutto essere se stessi. Per certi aspetti, la storia mi ha richiamato alla mente lo splendido film Sabrina.
Anche se il finale è un po’ troppo conciso, è un libro che vale assolutamente la pena leggere, perché regala un interessante e divertente spaccato della New York degli anni Cinquanta.

Ho visto l’omonimo film tratto da questo romanzo, ma non regge il confronto col libro. Ad ogni modo, è sempre un grande piacere veder recitare il signorile e affascinante David Niven.

GIUDIZIO
8 su 10

Letture di giugno

Ho finalmente selezionato i libri che accompagneranno i soleggiati giorni di giugno.

Un titolo molto particolare, che mi è stato gentilmente suggerito da Laila, è Didattica del sesso per gufi e zanzare. L’autrice è Rebecca Quasi e questo sarà il suo primo romanzo che leggerò. Mi incuriosisce parecchio!

Un altro romanzo che desidero assolutamente leggere è Un incantevole aprile di Elizabeth von Arnim. Ringrazio Francesca per questo suggerimento, che ha subito catturato la mia attenzione.

Ho appena scoperto Winifred Wolfe, famosa scrittrice americana che ha pubblicato romanzi a partire dalla fine degli anni Cinquanta. Il suo libro più famoso si intitola Tutte le ragazze lo sanno, ed è proprio questo che leggerò prossimamente. Sappiate che sono piena di aspettative in proposito.

Judith McNaught è autrice di splendidi romanzi e io li ho letti quasi tutti. Rileggerò Qualcosa di meraviglioso, che mi era piaciuto assai e di cui ricordo solo vagamente la trama.

Il 28 giugno uscirà L’imprevisto, che conclude la serie ad ambientazione universitaria di Elle Kennedy. Il volume che finora mi è piaciuto di più è il primo (Il contratto) e spero che questo sia altrettanto avvincente.

Non vedo l’ora di sapere quali saranno i romanzi che leggerete voi!
Buona lettura a tutte!

 

Principi e pregiudizi

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Madeline Hunter
– titolo originale: The Perils of Pursuing a Prince
– secondo libro serie Debuttanti disperate
– anno di pubblicazione in Italia: 2010
– casa editrice: Euroclub

TRAMA
Dopo la morte dell’amata zia Cassandra, che l’ha cresciuta come una figlia, Greer Fairchild rischia grosso. Sì, perché l’avido zio, Lord Downey, non ha la minima intenzione di metter mano alla borsa per mantenerla ed è anzi disposto a “venderla” al miglior offerente pur di non doversene più occupare. Greer non può contare né su un ricco patrimonio né su una famiglia che si occupi di lei, ma è una ragazza brillante e ha le idee chiare: non intende finire sposata al primo che si farà avanti per chiedere la sua mano. Non le rimane quindi che una strada: raggiungere il Galles e andare in cerca dell’eredità che il padre le ha lasciato. È così che inizia un viaggio lungo e pericoloso, irto di imprevisti. Dapprima l’incontro con Percy Owen, un giovane ambiguo che si offre di accompagnarla fino alla meta: il castello del principe Rhodrick Glendower. Poi l’incontro col principe che, lungi dall’essere il raffinato gentiluomo che Greer si è figurata, è invece un uomo freddo e dai modi indisponenti. Che si dichiara disposto a concederle quanto le spetta, a patto che lei gli fornisca le prove di essere davvero chi dice di essere. Fra schermaglie amorose e colpi di scena, la passione si fa presto strada nei loro cuori…

RECENSIONE
Mi sono innamorata del protagonista maschile e non ho sopportato quello femminile.
Rhodrick è scontroso e diffidente, ma dietro ai suoi modi bruschi nasconde un carattere insicuro e appassionato.
Greer, d’altro canto, è come una foglia in balìa del vento: si abbandona con incredibile leggerezza a chiunque le faccia delle avances, crede alle affermazioni di un perfetto sconosciuto, ma non concede il beneficio del dubbio a un altro sconosciuto…
Non sono riuscita a godermi appieno la storia perché Greer mi ha innervosita sempre di più pagina dopo pagina.
Peccato che al principe sia stata affiancata un’eroina così scadente, perché lui era davvero ricco di grandi potenzialità!

In questo libro l’autrice ricorre all’elemento soprannaturale per spiegare certe questioni, e la cosa non mi ha disturbata. Però non mi ha convinta quando è stata utilizzata per far trovare alla coppia un’armonia stabile.

GIUDIZIO
6 e 1/2 su 10

Ecco i romanzi della serie
DEBUTTANTI DISPERATE
1. Duchi e imprevisti (The Hazards of  Hunting a Duke2006)
2. Principi e pregiudizi (The Perils of Pursuing a Prince, 2007)
3. Visconti e trappole (The Dangers of Deceiving a Viscount, 2007)

Un amore proibito

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Karen Robards
– titolo originale: Forbidden Love
prima pubblicazione in Italia: 2006, casa editrice: Euroclub
seconda pubblicazione in Italia: 2017, casa editrice: Mondadori, collana: I Romanzi Introvabili, n. 30
– e-book: Un amore proibito

TRAMA
Bellissima, ribelle e molto, molto sola, a diciassette anni Megan Kinkead ha conosciuto solo le varie scuole da cui è scappata e l’austero segretario che tiene i contatti per conto dell’inaccessibile zio cui è affidata. Forse per questo non sa che è assolutamente sconveniente per una fanciulla del pudico XIX secolo intrufolarsi nella stanza di un uomo che sta facendo il bagno. Soprattutto se l’uomo in questione è il suo attraente, virile e completamente nudo tutore. Affascinante, ricco e determinato, lord Justin Weston non sa più cosa fare con la splendida monella che gli piomba in camera senza ritegno per tenergli una lezioncina di sensibilità. Quella sua strana pupilla, ignorata per anni, pare avere sempre l’inconfutabile potere di irritarlo, indispettirlo e… incantarlo oltre misura. Per quanto cerchi di far leva sul senso del dovere e la forza di volontà, Justin si trova presto a soccombere a una passione devastante, un desiderio che l’acceca e che lo spinge a dimenticare ogni altra cosa… compresa sua moglie.
Dall’inconfondibile penna di una regina del romance, la storia di un amore proibito e segreto, di una passione che deve sfidare ogni convenzione, ogni pregiudizio, prima di potere finalmente trionfare.

Ho riportato la trama dell’edizione Euroclub, in quanto la preferisco a quella insulsa scritta per la nuova edizione Mondadori.

RECENSIONE
Il vero amore è una forza invincibile, capace di superare anche le convenzioni sociali più radicate: ecco il messaggio che mi ha trasmesso questo libro.
Megan è assetata di affetto, innocente e piena di vita, mentre Justin ha già conosciuto tutto ciò che la vita può dare fuorché l’amore. Quando si incontrano è come assistere al divampare di un incendio, improvviso e inarrestabile.
Per quanto la loro relazione sfidi ogni regola sociale, non riescono ad arginare la forza che li spinge l’una verso l’altro.
Schermaglie verbali, feste danzanti, furibondi attacchi di gelosia, duelli e rapimenti sono la cornice di una splendida storia d’amore in cui due anime scoprono di essere le metà di un unico intero.
Si tratta di un romanzo che regala moltissime emozioni: vi sono pagine romantiche, dolci e molto passionali, ma anche scene dolorose e commoventi.
È un romanzo che o si adora o si detesta. Io lo adoro.

GIUDIZIO
9 su 10

Duchi e imprevisti

INFORMAZIONI GENERALI
– autrice: Julia London
– titolo originale: The Hazards of  Hunting a Duke
– primo libro serie Debuttanti disperate
– anno di pubblicazione in Italia: 2009
– casa editrice: Euroclub

TRAMA
“Il Marchese di Middleton, unico erede del potente ducato di Redford, aveva un’aria imponente ed emanava un’energia palpabile che trasudava potere e ricchezza”. È proprio così che Jared Broderick, Marchese di Middleton, appare agli occhi di Lady Ava Fairchild nel momento in cui fa il suo ingresso nell’elegante sala da ballo. I pettegolezzi sul suo conto si sprecano: pare che frequenti una bella vedova piuttosto smaliziata e che non intenda “mettere la testa a posto”. Non solo. Pare che, insieme alla caccia, sedurre le donne sia la sua principale occupazione. E pare inoltre che suo padre, il duca, stia cercando di spingerlo fra le braccia di Lady Elizabeth Robertson, dotata di un ricco patrimonio ma infinitamente meno dotata di fascino e grazia. Almeno questo è ciò che riportano le cronache mondane… Perciò Ava si accontenta di contemplare da lontano il bel marchese, consapevole del fatto che un uomo del suo fascino non potrà mai interessarsi a lei. E invece una sera, dopo che in seguito a un banale contrattempo Ava si è infilata per sbaglio nella carrozza di lui, i due si ritrovano fianco a fianco e iniziano a flirtare. E non passa molto perché dalle prime schermaglie si arrivi ai baci appassionati. Per Ava è l’inizio di un sogno. Già si vede al fianco di quell’uomo irresistibile, oggetto dell’ammirazione e dell’invidia di tutte le dame del bel mondo. E, inaspettatamente, quel sogno diventa realtà. Perché l’improvvisa morte della madre lascia Ava senza un patrimonio e nell’impellente necessità di cercarsi un marito. E perché anche Jared si ritrova messo alle strette dal padre, che minaccia di diseredarlo se non darà una discendenza al ducato di Redford. In quattro e quattr’otto si celebra così il più chiacchierato matrimonio dell’anno: un’unione nata per convenienza ma destinata a sfociare in un amore intenso e appassionato.

RECENSIONE
La prima parte del romanzo è incentrata sulla vita delle sorelle Ava e Phoebe e della cugina Greer.
La seconda riguarda Ava e Jared, i quali, per ragioni estranee all’amore, convolano a nozze. Tuttavia, presto nascono in loro sentimenti che complicano quello che avrebbe dovuto essere un semplice matrimonio di convenienza.
Il percorso che porta entrambi all’amore è stato abbastanza avvincente.
L’autrice affronta anche argomenti per l’epoca spinosi, come i figli illegittimi.
Avrei gradito una maggiore chiarezza sulle sorti del rapporto tra Jared e il duca.
È spassosa la descrizione della servitù che Ava trova per la casa di Downey. La cameriera Sally e ancora di più il maggiordomo Morris mi hanno più volte fatta sorridere.
Nel complesso, si tratta di una lettura piacevole.

GIUDIZIO
7 su 10

Ecco i romanzi della serie
DEBUTTANTI DISPERATE
1. Duchi e imprevisti (The Hazards of  Hunting a Duke2006)
2. Principi e pregiudizi (The Perils of Pursuing a Prince, 2007)
3. Visconti e trappole (The Dangers of Deceiving a Viscount, 2007)